Cerca nel sito
Per effettuare una ricerca all'interno del sito è sufficiente compilare il campo sottostante.




PARTE DA MESSINA IL RINNOVAMENTO DELLA CISL SICILIANA.

Autore: Gabriella Giannetto

Tratto da: Sicilia che cambia

Una sferzata di novità ha investito la CISL siciliana, in un momento particolarmente delicato per il mondo sindacale, dopo i recenti contrasti consumati nel difficile rapporto con Confindustria su temi di scottante attualità quali sicurezza sul lavoro e riduzione delle tasse sui redditi . Polemiche che, se da un lato hanno inasprito i rapporti con le associazioni imprenditoriali, dall’altro hanno generato una rinnovata unitarietà di intenti tra CGIL, CISL e UIL, che ha consentito il raggiungimento di un accordo sulla riforma dei contratti che può definirsi storico. Il contratto infatti, ha guadagnato il ruolo di contesto normativo per la garanzia della tenuta di stipendi e salari, demandando al livello aziendale il compito di parametrare le retribuzioni alla produttività. Un traguardo importante quello raggiunto, che ha visto il Sindacato di Raffaele Bonanni in prima linea nelle operazioni di mediazione con il Governo ed al contempo di rinnovamento delle strutture sindacali dell’Organizzazione che guida dal 2007.

In Sicilia, a breve giro di posta, sono cambiati gli assetti di quattro Segreterie territoriali: Catania con Alfio Giulio, Palermo con Mimmo Milazzo, Siracusa dove a giorni si insedierà Paolo Sanzaro e Messina dove Tonino Genovese ha preso il posto di Maurizio Bernava, nominato Segretario Regionale della Confederazione sostituendo Paolo Mezzio confluito nella struttura di Roma a fianco di Bonanni. Un processo virtuoso quindi, in cui i dirigenti messinesi rivestono un ruolo strategico; una sfida impegnativa in un momento di particolare recessione per il Mezzogiorno e per Messina in particolare, prostrata da una crisi economica senza precedenti, sulla quale abbiamo sentito i due neo eletti.

" Il mare è la risorsa principale per lo sviluppo , lo diciamo da almeno un decennio. Come Sindacato abbiamo fatto un lavoro che non ci compete, consegnando progetti concreti, strategie e proposte ad una città che ancora perde tempo a discutere - sostiene Bernava- La politica ha sprecato tutte le occasioni, si è preferito non contrastare una assurda politica ambientalista che ha marciato distrattamente, mentre le FS dimettevano buona parte della rete siciliana e le colline venivano devastate dalla cementificazione selvaggia. La nostra è una politica che non ha governato ma solo controllato per 50 anni, ed i ritardi strutturali parlano chiaro. Si continua a perdere tempo sullo sterile dibattito Ponte si, Ponte no, senza pensare che si tratta di un’opera che garantisce la continuità territoriale. Come CISl siamo assolutamente favorevoli, a patto che si parli chiaramente delle risorse finanziarie necessarie e si garantisca il completamento di tutte le infrastrutture viarie siciliane. In questo senso il Ponte può rappresentare una occasione straordinaria per lo sviluppo e l’occupazione della nostra terra".

Il dramma della disoccupazione resta quindi al centro delle rivendicazioni sindacali.

"Quella per l’occupazione è una battaglia che sa di buono e la perseguiremo contro tutti e contro tutto

– afferma Genovese- il lavoro è vita e non può diventare né morte né malattia, occorre pretendere la sicurezza sul lavoro e denunciare gli appalti al massimo ribasso e le imprese improvvisate. Saremo scomodi, osteggiati ed attaccati come sempre, ma dobbiamo andare avanti. Tra un mese a Messina si terranno le elezioni amministrative per il rinnovo di Comune e Provincia, intendiamo valutare chi governerà solo nel merito delle scelte politiche che adotterà, senza pregiudizi o indulgenza partigiana; siamo orientati alla mediazione, alla trattativa ed alla ricerca di accordi. Dobbiamo realizzare un grande patto sociale fatto di scelte condivise e sostenute da tutte le energie sociali, un patto per il "fare" e per il "fare presto".

Le idee, le proposte, gli intenti ci sono e sono forti; il percorso da seguire è impervio ma il sindacato siciliano ha lanciato la sfida: alla politica il compito di rispondere, con i fatti!

Cisl



© 1998-2012 Touristime - P.IVA 02090980836
Design e Sviluppo: Time&Mind